Cosa fare nell'Appennino Emiliano:
tre proposte di trekking sulla Pietra di Bismantova

Il territorio Emiliano è così variegato da poterti offrire diversi trekking da fare nell’Appennino. Se sei un reggiano, avrai sicuramente visto almeno una volta la Pietra di Bismantova, ma, quante volte hai percorso i suoi sentieri? Dico così perché molto spesso preferiamo andare al Ventasso o al Cerreto o sul Cusna, questo perché la Pietra la vediamo sempre come un luogo adatto solo agli escursionisti esperti. Vorrei invece smentire questo cliché! Se non sei reggiano segui comunque questa guida, nella quale ti mostro tre delle migliori proposte di trekking sulla Pietra di Bismantova adatto a tutti grandi e piccoli, allenati e meno allenati!

Un po’ di storia: 

La Pietra di Bismantova si presenta come una montagna isolata di 1km di lunghezza, 240m di larghezza e 300m di altezza. Si trova all’interno del comune di Castelnuovo ne’ Monti. Quando la si scorge, percorrendo le strade che la affiancano, è attorniata da una sorta di atmosfera magica, grazie all’erosione del tempo la sua sommità è piana e ricoperta di 12 ettari di altopiano sul quale potrai ammirare tutta la valle. Uno spettacolo davvero indimenticabile!

Secondo studi geologici, questa pietra venne datata intorno al Miocene medio inferiore (per intenderci circa 15 millioni di anni fa). La sua composizione è calcarea mentre poggia su una base di marne argillose. Ma la cosa estremamente interessante è che, quando si formò, l’ambiente circostante era molto diverso da quello attuale, infatti era tropicale e umido come denotano i ritrovamenti di gusci di molluschi, di alghe calcaree e altre conchiglie. Si presume inoltre che la pietra non fosse isolata, ma che fosse parte di una placca molto più estesa, che, a causa dell’erosione e di faglie, scomparì.

Ecco tre trekking sulla pietra di Bismantova imperdibili e selezionati appositamente tenendo conto di ogni tipo di esigenza:

Cosa troverai?

  •  km di percorrenza

  • tempo di percorrenza andata e ritorno

  • dislivello 

  • partenza e arrivo

  • cosa vedere

SENTIERO CAI SPALLANZANI:
  • 4,5km

  • 1h20 a tratta 

  • sentiero escursionistico facile

  • Partenza e arrivo: piazzale Dante 

  • Foresteria San Benedetto, Pietra di Bismantova e Gessi Triassici

SENTIERO CAI 697: 
  • 4Km

  • 2h a tratta

  • sentiero escursionistico

  • Partenza e arrivo: Piazzale Dante

  • Foresteria San Benedetto, Campo Pianelli, Pianoro della Pietra, Santuario ed erano della Pietra di Bismantova 

SENTIERO CAI 698: 
  • 7.8 Km 

  • 2h30 a tratta

  • sentiero escursionistico facile 

  • partenza e arrivo: Case Ceccarelli

  • Gessi triassici, borgo e castello di Vologno, Pietra di Bismantova e Fonte di Verano

Consigli sul mangiare durante il tuo trekking sulla Pietra di Bismantova: 

Se vuoi evitare il pranzo al sacco, potrete scegliere di prenotare al ristorante della Foresteria San Benedettodove, nel weekend, potrete mangiare un buon piatto di tortelli di erbette alla montanara o delle tagliatelle ai funghi porcini e molto altro. Ti consiglio davvero tanto di fare tappa qui, perché l’atmosfera è veramente tipica, in un bel casolare in sasso, e il cibo in vero stile reggiano montanaro. Inoltre, potrai anche farti consigliare dai gestori cosa esplorare nei dintorni per vivere una giornata di trekking sulla Pietra di Bismantova da vero locale.

SE HAI PIÚ DI UNA GIORNATA TI CONSIGLIO ANCHE DI LEGGERE IL MIO ARTICOLO SU COSA FARE IN UN GIORNO A REGGIO EMILIA, SI TROVA A POCHI CHILOMETRI DALLA PIETRA! 

 

SALVA IL PIN!