TRA UN VIAGGIO E L'ALTRO IL TURISMO MI HA SCELTA

Chi sono

Sono Silvia sono una travel designer e nasco come viaggiatrice, infatti vivo per viaggiare e viaggio per vivere.

Questo blog è l’inizio dalla realizzazione di un progetto di vita più grande! Ma, visto che sono scaramantica, mi limiterò a portarvi con me attraverso questo percorso!

A chi mi rivolgo come travel designer

Mi rivolgo a tutti coloro che amano viaggiare e organizzare il proprio viaggio in autonomia. Infatti come consulente posso aiutarvi a progettare il vostro itinerario facendovi incontrare persone e realtà che difficilmente potreste intercettare, perché molto lontane dai circuiti conosciuti. Addirittura, posso proporvi delle esperienze che non esistono sul web, perché i professionisti ai quali mi affido sono persone estremamente creative, che possono disegnare per voi esperienze personalizzate secondo le vostre esigenze. Mi rivolgo anche ai viaggiatori che amano esplorare in piccoli gruppi di massimo 10 persone, ma dando loro la possibilità di gestire le attività in piena autonomia senza vincoli di orari o tabelle di marcia troppo serrate.

Travel Designer: la mia visione di turismo

Non sono solo una viaggiatrice, ma sono anche una Travel Designer professionista e appassionata di blogging. Sono innamorata della mia terra, l’Emilia Romagna, e la mia missione è far si che tutte la piccole realtà locali siano sempre più valorizzate e conosciute. Credo in un turismo lento, autentico e personalizzato, anche se questo pare essere un po’ il trend del momento,  viaggiare con me sarà come viaggiare con un’amica, che vi accompagna alla scoperta della sua terra e che vi porta a contatto con persone che non potreste mai incontrare all’interno dei circuiti classici di turismo di massa. Il tutto con l’estrema semplicità e tranquillità di una persona nata e cresciuta in campagna, ma che ha deciso di assorbire tutto quello che poteva vivendo in città e stati diversi. Non vi parlerò dei miei grandi viaggi in Asia, perché sarei costretta a mentire, ma vi parlerò del mio modo di viaggiare autentico e semplice, sperando che possa diventare anche il vostro!

La mia formazione per diventare Travel Designer

Ora parliamo di cose serie, sono una grande sostenitrice della formazione se vogliamo anche un po’ classica: liceo, triennale, magistrale e master. Giusto o sbagliato che lo si ritenga, la formazione universitaria classica serve ancora per fare la differenza nel mondo del turismo. Certo è che se oltre a studiare non avessi anche lavorato, svolgendo le mansioni più disparate non avrei mai capito quale fosse il settore al quale appartenevo. 

Nel mio caso non sono stata io a scegliere il turismo, ma lui a scegliere me! 

Come? Essenzialmente ogni lavoro che facevo al di fuori di questo settore mi soddisfava a metà, ogni giorno non vedevo l’ora che fosse estate per partire e andare in Europa per esplorare e imparare! Le risorse diciamocelo chiaro, non sono mai scarseggiate, ma io sentivo la necessità di mettermi in gioco in modo diverso rispetto alla classica vacanza studio.

consulente di viaggi

TRAVEL DESIGNER E
TRAVEL BLOGGER

Dove mi puoi trovare!

LA SVOLTA

Travel Designer
Travel Designer

Avevo 20 anni quando il turismo mi ha scelta. Cercavo uno stage in Germania per imparare meglio il tedesco,  che studiavo all’università per interpreti e traduttori ISIT di Trento, con risultati più o meno soddisfacenti. Dopo mesi in cui inviavo Curricula e lettere di presentazione invano, mi arriva una mail: era il gestore di un ostello a Lipsia che stava cercando una stagista alla reception per i tre mesi estivi. Parto. Tre mesi stupendi in cui ho imparato tanto e ho conosciuto persone da tutto il mondo. 

Travel designer

Dopo di che, decido di proseguire i miei studi di lingue con il corso di laurea magistrale in comunicazione internazionale per il turismo di Torino. Il 5 anno ho la possibilità di farlo in Erasmus a Madrid alla URJC, qui inizio ad approcciarmi al marketing e al management turistico. Queste materie, che mancavano al mio corso di laurea più umanistico, mi fanno capire meglio quello che dovessi fare della mia vita. Lo stesso anno ho accompagnato il mio primo gruppo di ragazzi in vacanza studio con Lorima.  Lì ho capito, mi sono sentita viva per la prima volta dopo molto tempo. Così ho iniziato a direzionare seriamente la mia vita verso il mondo del turismo. Ho sfruttato lo stage curricolare e il progetto tesi in azienda per imparare il più possibile sul campo presso Born2Run, tour operator sportivo di Reggio Emilia.

Travel designer
consulente di viaggi

Resilienza

Arriva l’inaspettato e il mondo si congela in una dimensione che nessuno mai si sarebbe aspettato. È marzo 2020, nessuno mai si sarebbe immaginato che il turismo avrebbe avuto una battuta di arresto così forte. Inizio a pensare di concretizzare il progetto e di concludere la mia formazione dandole un taglio più specifico. Seguo il master di Travel Management di Accademia Creativa Turismo della durata di 6 mesi, divento Travel Designer. Intanto avevo aperto BeSlow che pian piano iniziava ad avere la sua forma e struttura. 

BESLOW

Il progetto

BeSlow nasce dall’idea di Silvia Figliola, Travel Designer con i suoi valori di viaggio ben definiti: scoprire, assaporare e vivere con lentezza.

Questo blog di viaggi ha lo scopo di raccontare la bellezza della Terra in generale, dell’Emilia Romagna e portare per mano voi, lettori attraverso un percorso di vita più sostenibile e responsabile.

BeSlow è un progetto di valorizzazione territoriale prima di tutto dell’Italia e delle sue piccole bellezze e poi del resto del mondo.

Perché questo nome?

BeSlow significa “Sii lento”, ovvero vivi e scopri con lentezza e responsabilitàMolto spesso si associa il termine slow” con “low cost”, anche se in realtà non è così, anzi viaggiare in modo sostenibile significa dare valore alla propria esperienza, ma con rispetto verso le realtà locali.

Travel Designer

Mission

BeSlow ha come obbiettivo quello di regalare alla sua community di lettori esperienze uniche, lasciandole impresse le emozioni del viaggio raccontato, quasi come se lo avesse vissuto. Oltre a questo, l’idea è anche quella di accompagnare le persone attraverso un percorso di sostenibilità per uno stile di vita che riduca al minimo le emissioni di CO2 utilizzando, almeno in viaggio, mezzi alternativi, riciclando, evitando il monouso e prediligendo l’autoproduzione

Valori

Autenticità è, dopo slow, il valore portante del progetto e del modo di vivere e far provare l’esperienza del viaggio. I racconti di viaggio che troverete su BeSlow sono tutti veri, perché li ho vissuti e progettati al 100%. I viaggi che potrete fare con me sono testati in prima persona o se propongo degli itinerari che non ho fatto, ho la certezza di avere un partner affidabile che mi consigli! Seleziono i professionisti del territorio in linea con i valori cardine della mia attività.

La personalizzazione è  il punto di forza di BeSlow, perché ogni viaggio proposto è diverso per ogni viaggiatore che lo richiede. Un territorio può essere esplorato in modo differente, come un abito di sartoria che viene cucito su misura, BeSlow vi propone le esperienze migliori per voi!